Home Progetti di ricerca
PROGETTI DI RICERCA PDF Stampa E-mail
Il nostro gruppo di lavoro si occupa di ricerca all'interno del modulo di ricerca CNR: Metodologie e tecnologie didattiche per i Disturbi Specifici dell'Apprendimento.

I principali argomenti di cui ci occupiamo riguardano:

1) QUESTIONARIO RSR-DSA[1] Un questionario osservativo rivolto a genitori e insegnanti per rilevare lsituazioni a rischio o sospetto DSA 
 
Il questionario RSR-DSA è uno strumento utile per l’individuazione dei casi a rischio di Disturbi Specifici di Apprendimento e a differenza delle procedure basate sulla somministrazione di prove agli scolari, raccoglie informazioni indirettamente tramite domande poste ai genitori ed agli insegnanti.

Non è uno strumento che permette di fare diagnosi, ma è una guida all’osservazione sistematica.
Descrive le capacità scolastiche del soggetto con particolare riferimento alle abilità di lettura, scrittura e calcolo e fornisce informazioni generiche sulle abilità neuropsicologiche di base (linguaggio ed organizzazione visuo-spaziale e prassica), sul comportamento e sull’esperienza affettiva correlata all’apprendimento scolastico.  Consente  di individuare le aree di forza e quelle carenti dei singoli alunni in modi tale da attuare un potenziamento. In un secondo momento, ma solo dopo il potenziamento, di porre un sospetto dell’esistenza di un DSA agevolando l’invio del ragazzo ai centri specializzati per la diagnosi.

I genitori e gli insegnanti saranno le figure fondamentali che consentiranno di abbreviare i tempi di individuazione del disturbo, di avviare un accertamento diagnostico ed un eventuale trattamento. (Per approfondimenti si veda: Questionario-RSR-DSA.)

FASCE D'ETA' : 

  • 1 e 2 anno scuola primaria
  •  3, 4 e 5 anno scuola  primaria (chiusa la sperimentazione perchè è in via di pubblicazione)
  •  scuola secondaria di primo grado
  • scuola secondaria di secondo grado

 

[1] C.Cappa, E. Albanesi, A. Gagliano, P.Guglielmino, L.Molinas,C.Muzio,  V. Rossi RSR-DSA Questionario per la rilevazione di difficoltà e disturbi dell'apprendimento. Firenze, Giunti O.S. Organizzazioni Speciali, in press.  (Per le classi 3, 4 e 5 della scuola primaria)

 

Tale  strumento trova applicazioni, in accordo con la legge 170 (si veda l'importanza dell'osservazione nel decreto attuativo del 12 luglio 2012) e la terza Consensus Conference:
- presso le scuole per potenziare le abilità carenti degli alunni facendo leva sui punti di forza
- presso le scuole,in rete con i servizi sanitari, per fare screeninig
- nei servizi di pediatria, per dare risposte ai genitori
- nei servizi diagnostici, per raccolta dati anamnestici.
In ambito scolastico è di grande importanza per gli insegnanti saper riconoscere lo stile cognitivo di ogni alunno, per individuarne i punti di forza ed eventuali deficit.
I Disturbi Specifici di Apprendimento(dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia, disturbo specifico di comprensione del testo) non sono assolutamente assimilabili all`handicap perché avere un DSA significa essere predisposti geneticamente ad un modo di apprendere differente, e questo non è motivo per escludere tali studenti dagli indirizzi scolastici più impegnativi.
In Italia, purtroppo, molti alunni con DSA non vengono tempestivamente identificati e questo può comportare un alto rischio di abbandono scolastico da parte di questi ragazzi nonchè ripercussioni sul piano psicologico e sociale, con conseguente sviluppo di comportamenti devianti.
Luogo privilegiato per ricercare un primo sospetto di DSA è indubbiamente la scuola ed è per questo motivo che occorre investire molte risorse per fare in modo che gli insegnanti stessi possiedano gli strumenti culturali e tecnici utili a comprendere le difficoltà dei propri alunni e di conseguenza trovare le metodologie di insegnamento e di apprendimento più adatte.
 
2) QUESTIONARIO SULLE ABILITA' E GLI ATTEGGIAMENTI COGNITIVI.

Questionario rivolto a genitori ed insegnanti per l'osservazione dei prerequisiti necessari agli apprendimenti di lettura, scrittura e calcolo nei bambini dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia.

A Gennaio 2012 inizierà la sperimentazione.

Le scuole interessate a partecipare alla sperimentazione possono mettersi in contatto via mail:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o cell: 347 14 84 610


3) STUDIO DELLE ABILITA' SOTTOSTANTI GLI APPRENDIMENTI:(mappe degli apprendimenti) di lettura (decodifica e comprensione ), di scrittura (dettatura e produzione),di calcolo e di apprendimento delle lingue straniere in bambini con difficoltà scolastiche e DSA . Vengono quindi studiati i 9 sistemi neuro evolutivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, ordinamento spaziale, ordinamento temporale, sistema motorio, sistema del pensiero superiore, sistema del pensiero sociale) in relazione ai processi di apprendimento scolastici. Particolare importanza viene data allo studio della memora di lavoro nelle varie fasi degli apprendimenti.

 

4) STUDIO DELL'APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE IN SOGGETTI CON DISLESSIA mono e bi lingue.  Studio svolto nell'ambito del progetto europeo DysLang.

 

 librone

 
Designed by vonfio.de